sabato 3 gennaio 2009

Quando l'abitudine non si trasforma in adattamento...


Abitudine.
Ore ed ore a parlare:
minuti e secondi che
non assaporavo...
credendoli infiniti.
Ore ed ore a sentire la sua voce:
come se nulla fosse più
importante per me
che ascoltarla, perdendo
cognizione di un tempo
che intanto scorreva...
formando il corso
dell'avvenire.
Ore ed ore a confrontarci,
a capirci,
a conoscere i suoi pensieri
e a paragonarli ai miei.

"Nulla è infinito...
tutto ha un inizio
tutto ha una fine."

Viziata.
Come si fa con le bimbe:
mai concedere loro troppo...
piangeranno a squarciagola
quando non avranno ciò
che desiderano tra le mani.

Ma..."Nulla è infinito...
tutto ha un inizio
tutto ha una fine."

Non - adattamento.
Ore ed ore ad aspettare...
a fissare quello
stramaledetto aggeggio.
Ore ed ore ad oziare...
come se fossi la principessa
che vive in un castello
servita da un centinaio di servitori.

Rammento richiamando
alla mia mente che...
"Nulla è infinito...
tutto ha un inizio
tutto ha una fine."

L'abitudine giacerà immobile:
scorrerà attraverso i pensieri
che mi avvolgono...
e poi concluderà
la sua corsa prendendo forma
nell'adattamento.

Mi ripeto ancora un volta che...
"Nulla è infinito...
tutto ha un inizio
tutto ha una fine".

10 commenti:

Follementepazza ha detto...

L'attesa interminabile di un qlk che non arriva mai...e si spreca tempo per qlk che non varebbe la pena nemmeno sperare...
e poi si scopre che era solo tempo sprecato...

Un abbrccio...cara....

incognìto ha detto...

qualsiasi cosa finita.....se ti ha fatto sentire viva/o non è mai a mio parere tempo sprecato.
Durato poco?
Può essere ma mi ha dato tanto e quel tanto l'ho vissuto,l'ho fatto mio e lo tengo dentro di me.
Tutto ha una fine ed è importante che nulla vada perso.
Un abbraccio

Lorenzo ha detto...

a cosa serve una fine se non a fare iniziare qualcos'altro?
nulla è infinito...
per fortuna...

zoé ha detto...

... é bello quello che scrivi, ricco di emozioni, di suggestione .. ma non avere paura della malinconia che forse ora provi, quella sottile tristezza per qualcosa che è stato e che ora ricordi .. nella dolcezza di quel ricordo potrai accogliere domani tutto ciò che vorrai, ogni nuova attesa, ogni nuovo incontro, perchè è in quel prezioso ricordo che costruisci te stessa.
Complimenti .. Ti abbraccio,Zoe.

dawoR*** ha detto...

tutto è infinito : nulla principia e nulla ha veramente termine !

ok,non mi presento bene ...

:) dawoR***

frufrupina ha detto...

Ciao bellissima....serena notte.

Squilibrato ha detto...

Concordo pienamente, nulla è infinito.

Tutto ha un inizio ed una fine. Purtroppo a volte e per fortuna altre.

Qua fa un freddo da ibernazione.

Silvia... ha detto...

... innamorarsi è un viaggio verso l'infinito....
a volte non sai nemmeno dove comincia a volte nemmeno dove finisce !!!

xtravaned ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
xtravaned ha detto...

Quando sai che stai perdendo tempo ma vuoi farlo comunque perché forse non è tempo sprecato. Il maledetto dubbio.. Non si può' pensare sempre all'inizio e alla fine, altrimenti rovini il tempo che intercorre tra i due alimentando la padrone del tempo..L'ansia!