giovedì 8 gennaio 2009

Vita dentro una bolla di sapone

Sono chiusa dentro una bolla di sapone,
lei è apparentemente fragile...
le sue pareti dovrebbero dissolversi
sfiorandole solamente
facendo svanire anche me.
Invece sono forti: mi proteggono...
i colpi sparati rimbalzano al mittente
come se le pareti fossero di gomma.
Si potrebbe riprovare infilzando una spada...
fallirebbe anche questo tentativo.

Qualcuno...non so chi...forse un bambino-creatore
ha realizzato questa mia casa
con un semplice soffio
mentre era intento a giocare,
e mi ha dato vita.


All'interno di questa bolla che è il mio rifugio,
osservo il mondo.
La sua trasparenza mi consente di scrutare
ciò che accade al di fuori,
ma non tutti si accorgono di me.

Guardo il mondo: incantevoli paesaggi
si presentano ai miei occhi.
Spinta dal vento leggero attraverso prati
e vedo fiori bellissimi
di cui posso sentirne l'intenso profumo
nonostante le pareti.

Il vento mi trasporta a ridosso di un lago:
alcuni cigni amoreggiano,
altri pescano con facilità.


Lì vicino c'è un paesino:
vi faccio ingresso sospinta
dalla mia guida Vento.
Casette caratteristiche qui l'uomo
ha edificato.
Sembra quasi abbandonato.

Attraverso le stradine giungo nella piazza
del paese, qui è più animato.
Un uomo vecchio e povero
è seduto sugli scalini davanti la chiesa.
Gente ricca passa,
nessuno volge a lui lo sguardo.

Dentro questa bolla ho vissuto:
ho visto le infinite bellezze del mondo
e le stupide indifferenze degli uomini.
Ora posso terminare questo viaggio:
anche questa bolla deve avere la sua fine.
Le pareti, che mi proteggevano
dalle minacce esterne da parte di altri
uomini, si dissolvono invece
di fronte a tutto ciò che non è umano.
All'uomo malvagio non era consentito
di rompere il mio scudo.
Solamente ciò che è inanimato
o naturale avrebbe potuto.

6 commenti:

Follementepazza ha detto...

a volte mi sento in una bolla di sapone...libera osservatrice del mondo che mi circonda...ma rimango osservatrice meravigliata...che nulla fà per lo svolgimento degli eventi...mi lascio trascinare nella leggerezza di osservazioni e pensieri...

Buonagiornata cara....
un abbraccio...

Silvia ha detto...

Una bolla di sapone in balia degli eventi... libera di percorrere qualsiasi differente strada... nel vento... sempre in balia delle circostanze della vita... sempre...

Molto bella, brava!!

(^_^)

xtravaned ha detto...

mi è piaciuta veramente tanto, brava:)

UIFPW08 ha detto...

volare sognare pensare amare
come bolle di sapone
attimi di nulla
ma ci siamo
e continuiamo..

frufrupina ha detto...

Mammamia...è fantastica questa poesia....bravissima!Ti auguro con tutto il cuore una serena serata.

NERO_CATRAME ha detto...

molto bella e dolce complimmenti.
La mia bolla di sapone è il buio della notte,i fiori son belledonne che si schiudono alla pallida luce della luna,il canto quello degli usignoli,ma le urla strazianti di chi disadattato la popola non reggono pareti alla sensibilità.Chi di sgiorno incompreso,scacciato si sveglia come un pipistrello e tende le sue ali nel buioriesce agoderne dei colori che il sole abbaglia e rende maschere dal cuore di pietra.